mercoledì 4 giugno 2014

Case da sogno #3 Studio 128


Eccoci qui assieme al consueto appuntamento con le Case da Sogno provenienti un po' da tutto il mondo. 
Oggi voglio mostrarvi un appartamento che mi ha letteralmente rubato il cuore: sono 34mq di pura eleganza e raffinatezza, di scelte stilistiche ed architettoniche frutto di una accurata e ponderata riflessione sulla funzionalità dell'intero ambiente e dell'uso al meglio degli spazi e della loro completa fruizione.
Ma partiamo dall'inizio: vi presento Studio 128 un appartamento realizzato dall' architetto Audronė Ambrazienė.


 Nonostante l'esigua dimensione dell'appartamento, il risultato è quello di un ambiente confortevole e per nulla soffocante: questo sia grazie ad una palette di colori tenui che variano dal bianco sporco, tortora, verde ed essenze lignee (quest'ultime due, a loro volta, riprendono il soggetto della natura inserito come motivo serigrafato su ambo i lati delle "porte-specchio", e in generale come soggetto del progetto ), sia grazie all'utilizzo di arredi che non ingombrano eccessivamente.


 .....Sicuramente anche voi vi sarete chiesti cosa c'è dietro quelle due porte a specchio. Ebbene, la designer è riuscita ad inserire una camera da letto piccola si, ma munita di tutti i comfort necessari a renderla a tutti gli effetti una camera per il dolce riposo.
 La ricercatezza per i dettagli, talvolta, è maggiormente percepibile negli spazi limitati che in ampi saloni, e in quei 3mq lei c'è riuscita egregiamente!  La cuscineria, come il tessuto della coperta riprende le tonalità utilizzate nel living, come un proseguimento di questa. 
Lungo tutta la parete delle testiera è stata applicata la stessa carta da parati, a trama, che ritroviamo lungo il paraschizzi della cucina, mentre la parete a fianco è completamente imbottita per insonorizzarla.






Toni neutri, specchi che riflettono la luce ed amplificano gli spazi, illuminazione dal design moderno..


..Sedute trasparenti che, quasi, si annullano e un tavolo che rivela la sua presenza solo attraverso il suo piano.


 

La cucina, benché piccina, trasmette un forte carattere grazie all'essenzialità delle forme e ai materiali utilizzati:  pensili in legno e di bianco laccati, un piano da lavoro in legno e un paraschizzi rivestito con la stessa carta da parati della camera da letto. Decisamente accogliente nonostante la forte impronta minimalista.


  
Infine un delizioso bagnetto che racchiude, in pochi mq, funzionalità, grazie all'uso sapiente degli ingombri di ogni singolo elemento, ma anche luminosità ed ariosità , grazie a ceramiche total white e specchi che dilatano i volumi....e, come un fil rouge che connota e caratterizza l'intero appartamento, pannelli e pensili in legno per introdurre anche in questo angolo di casa un po' di natura.

Spero che questo piccolo sogno di casa sia piaciuto anche a voi.

A presto,

Madeleine

Nessun commento :

Posta un commento