martedì 30 settembre 2014

Case da Sogno #12 Torino

Eccoci qui amici, rientrata nella mia città "d'adozione" per riprendere gli studi universitari.
Ho voluto ricominciare il corso dei post parlandovi della città che da qualche anno è divenuta la mia seconda casa, Torino per l'appunto.
Su di Lei ci sarebbe molto di cui parlare, ma oggi voglio farlo introducendovi in una Casa da Sogno realizzata dallo studio UdA Architetti, un brillante studio di architettura di cui vi consiglio di visitare il sito.
La casa in questione è un attico, la cui realizzazione è stata oggetto di un articolo de La Repubblica del 23 Agosto 2014.
Trovo fantastico il modo in cui i due Architetti, Andrea Marcante e Adelaide Testa hanno raccontato gli esiti del progetto e l'idea alla base di questo.


Inutile dire che l'elemento che mi ha immediatamente colpita è stata la grande vetrata che dà verso lo skyline urbano, e il forte senso di intimità ed estraneità nei confronti della vita e della confusione, tipica di una grande metropoli come Torino.




Descrivendola loro parlano di scatole cinesi, di come all'interno di una macro scatola ci siano una infinità di soluzioni e micro sistemi all'interno di essa. Dei contrasti tra volumi spigolosi e superfici curvilinee, della contrapposizione tra elementi e materiali: superfici metalliche giustapposte a setti  lignei. Colori intensi e decisi, contrastanti, come il bianco e il nero per definire gli spazi ed evidenziarli.







Nell'articolo, su citato, parlano di Giò Ponti spiegando come, per il grande maestro, fosse di fondamentale importanza che l'interno si relazionasse con l'esterno; indubbiamente la sua filosofia è stata sapientemente applicata rendendo ogni angolo della casa un luogo da cui godere delle vista esterna e di scorci meravigliosi.




Nonostante l'essenzialità, l'insieme risulta indubbiamente di grande impatto.
Che dite, incontra o no il vostro gusto?

A presto al prossimo post,
 photo http---signaturesmylivesignaturecom-54492-199-7B68BBBED27718AEA0709A4859E4BCED_zpse3b778fd.png

Nessun commento :

Posta un commento