sabato 21 marzo 2015

Expocasa Torino 2015 #1

Ben tornati amici!
Inauguriamo, a chiusura della 52° edizione di Expocasa, salone dell'arredamento e delle idee per abitare, una mini serie dedicata a questo splendido evento tenutosi, tra il 7 e il 15 di questo mese, qui a Torino presso il Lingotto. 
Ma partiamo da principio:  

Cos'è Expocasa?
Expocasa rappresenta uno tra i più importanti appuntamenti, in Italia, dedicati alla casa.
La aziende, provenienti da tutta la penisola, offrono ai visitatori la possibilità di poter toccare con mano la qualità dei loro prodotti, ricevere consulenze e, persino, acquistare in fiera. La gran quantità di aziende che partecipano all'evento, permette d'offrire ai visitatori (e clienti) svariati punti di vista circa l'interior design, rappresentando un'interessante spunto di riflessione riguardante le nuove tendenze nell'ambito dell'arredamento d'interni, spaziando dall'allestimento del living, proposte per la cucina, complementi d'arredo, camere e camerette, bagni, esterni e soluzioni per il risparmio energetico.

Com'è strutturata questa mini edition?
Ho diviso le aziende in 5 categorie (naturalmente non potendo parlarvi di tutti i brand presenti in fiera, ho scelto quelli che, tra tutti, mi hanno maggiormente interessata, colpita ed incuriosita):
Cucine, Living & More, Complementi, Bagni, Outdoor, .
Vista la corposità della prima sezione, sarà bene cominciare proprio da questa!

EXPOCASA #CUCINE

In generale, le tendenze in ambito cucina mi hanno portata a costatare come il filo conduttore, tra molte aziende, è stato quello di sperimentare molteplici possibilità di texture e cromie da giustapporre: superfici lisce e superfici ruvide, superfici riflettenti e superfici opache, linee geometriche e guizzi organici, colori fluo e tonalità tenui, creando, in questo modo, una dinamicità sensoriale che ho apprezzato molto in tutte le collezioni.

MG ARREDAMENTI 

Top laccati e tavoli che si insinuano sopra di questi, lame di luce, sedute come tappi di champagne, pensili in legno scuro. Queste alcune delle proposte offerte da MG Arredamenti.


Si sa, gli angoli sono punti critici in una cucina, e allora come sfruttare al meglio lo spazio disponibile? Due ante scorrendo su un binario, rivelano un interessante soluzione: un piano girevole a 360° dall'ampia capienza. Bye bye angoli scomodi!


...E per chi non ama le maniglie, la continuità visiva delle superfici rappresenta una caratteristica fondamentale nella scelta di una cucina.

DE GIOVANNI f.lli

Delle cucine De Giovanni ho appressato molto la matericità di queste.
Il legno ruvido dei pensili con le venature volutamente solcate, crea un motivo piacevole alla vista e al tatto: un contrasto affascinante con le superfici lisce e scintillanti del top e degli elettrodomestici.


..Superfici tridimensionali anche sulle pareti, che si vestono di listelli di legno in grado di dare maggiore dinamicità all'ambiente cucina, creando un senso di continuità con il resto della cucina.

 LA MAISON 

Ammetto d'esser rimasta a contemplare la bellezza di questo top in rovere per mooooolto tempo!
Adoro il legno, e trovo che l'utilizzo di questo materiale per realizzare una superficie che, nella stra maggioranza dei casi, viene realizzata in acciaio-marmo-compositi, regali un tocco di inaspettata sorpresa! Inoltre, ho apprezzato tantissimo l'uso del legno anche per rivestire il paraschizzi: crea un senso di continuità col piano da lavoro e un contrasto piacevole con il verde fluo dei pensili. 



MORETTI ARREDI

Di tutt'altra fattura le cucine proposte da Moretti Arredi. Spessori importanti per i piani di lavoro, contrasti decisi e linee pulite...


....ma anche soluzioni per gli amanti delle curve e delle forme morbide, come questa splendida cucina dall'ampio tavolo/penisola, che si sviluppa aprendosi lateralmente con una dolce curva sostenuta da una "gamba-scultura".

REDESIGN


Mood essenziale e stile da loft metropolitano per Redesign e le sue cucine. Angoli spigolosi, geometrie rigosose, colori e materiali dal sapore maschile.
Dettagli quali il tavolo a scomparsa, la vasca del lavello scavata nel piano, la cappa importante, fanno di questa cucina, sicuramente, una tra mie preferite.


...e per chi preferisse un minimalismo silenzioso dallo stile nordico, questa proposta non potrà che fare al caso vostro. Piano cottura e lavello sembrano perdersi in in questa quasi uniformità di colore e materiale; il top appare sospeso, leggero, sottilissimo; perfetta contrapposizione con la solidità e presenza dell mobile sottostante in legno decapato.



STOSA CUCINE

Concludiamo con Stosa cucine. Anche qui stile minimalista e aspetto rigoroso, ma con tocchi di colore che rendono il tutto più divertente ed originale.
















Adoro il dettaglio del mobile, la sua estrema pulizia, l'assenza di maniglie, il legno delle ante e il contrasto con il giallo intenso della colonna centrale.


E per chi non ama particolarmente i colori chiassosi, per vivacizzare una cucina basta giocare con le finiture! Pensili lucidi accostati a pensili in legno, finiture laccate e finiture opache, fenditure come maniglie, possono apparire delle valide alternative per regalare, alla nostra cucina, un aspetto contemporaneo e personalizzato.


Termina così questo primo tour in Expocasa 2015 dedicato alle cucine!
Qualche anticipazione per il prossimo appuntamento? Parleremo di Living & More design ad ampio raggio!

A presto,
 photo http---signaturesmylivesignaturecom-54492-199-7B68BBBED27718AEA0709A4859E4BCED_zpse3b778fd.png

















Nessun commento :

Posta un commento